City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

cronaca


(CIS) – Bastia Umbra feb. – A Expo Tecnocom di Umbriafiere, molto seguiti sono stati anche gli incontri "Zero Sprechi nella Filiera del Cibo" a cura di Confcommercio Umbria e Regusto e "C'è sempre più Gustum in Umbria" a cura di Confcommercio Umbria e Università dei Sapori (con le brigate di allievi e docenti ptonri a sfornare prelibatezze – ndr-), Gal Media Valle del Tevere.  È stato infatti presentato il progetto Gustum Umbria: 45 tra agriturismi, ristoranti e negozi di prodotti tipici si fanno portavoce del "buon vivere umbro", valorizzando la cultura tradizionale del territorio, a tavola e non solo. Per l'occasione, l'evento è stato arricchito da uno showcooking a cura di Marino Marini, chef e storico gastronomico. Domani Mercoledì 7 febbraio sono in programma gli ultimi incontri: "Dac Meat Lab" a cura di Gruppo Dac (ore 10.30) per scoprire l'arte della carne: un'esperienza unica per i professionisti del settore, con la dimostrazione di tecniche avanzate di cottura e di valorizzazione delle migliori carni, dall'Europa all'Uruguay, selezionate da Dac Meat Lab. Nuove idee anche per valorizzare i propri menù. "Check-up digitale hotel e ristorante: 6 aspetti da verificare" a cura di "Slope" (ore 11.30), chiuderà gli appuntamenti del programma: un seminario rivolto sia ad attività alberghiere/ristoranti che vogliono migliorare e controllare la propria presenza online. Durante il workshop, verranno analizzati 6 aspetti da tenere sotto controllo per monitorare la propria presenza online, tra cui: sito web, call to action, report di conversione, comunicazione consistente nei diversi canali e reputazione. Orari e info: mercoledì 7 febbraio, dalle ore 9 alle 17. Non mancano i grandi marchi nazionali di auto: dalla Mercedes, alla WW, alla Peugeot con i loro mezzi per l'aria aperta, ma anche prodotti per la casa e giardini, e le ceramiche artistiche Domiziani. Sito ufficiale dell'evento: www.expo-tecnocom.it fonte com abstract Vedi su FB cis24ore.it ampio servizio 


(CIS) –Assisi feb.- "Credo che san Francesco, così come questo Papa, vada al di là della religione: è un inno alla tenerezza». Sono le parole di Isabella Rossellini nell'intervista rilasciata alla rivista San Francesco Patrono d'Italia, il mensile edito dai frati del Sacro Convento, di cui è in uscita in questi giorni il numero di febbraio. Il dialogo è avvenuto lo scorso 18 gennaio, quando l'attrice ed etologa ha visitato la Basilica di San Francesco, grazie alla collaborazione di Umbria Green festival, in occasione della tappa assisana del suo ultimo spettacolo, Darwin's smile. Nel corso della conversazione, l'attrice ha confidato che in questa tappa della sua vita è riuscita a conciliare le sue più grandi passioni, la recitazione e l'amore per gli animali. Rifacendosi a Charles Darwin, ha espresso una profonda comprensione del legame tra fede ed evoluzione. Si tratta di «un bellissimo concetto: se immaginiamo il Creatore come colui che ci ha donato la capacità di evolverci e adattarci, c'è più grandezza in questo disegno che nell'immaginare Dio creare tanti tipi differenti di coda, ad esempio». Infine, in quella che è stata una "chiacchierata" amichevole, l'attrice ha anche sottolineato i tratti del san Francesco che emergono nella filmografia di suo padre Roberto e il suo stile di vita in campagna negli Stati Uniti oggi. segue


(CIS) – Roma - Camera Dep. feb.-- "L'uccisione del povero orso M90 su ordine del presidente Fugatti è una vergogna, una pagina bruttissima nella storia del nostro Paese, un atto di miopia, di arroganza e di crudeltà senza precedenti, perché il presidente della Provincia ha fatto uccidere l'orso, munito di radiocollare, dopo averlo individuato, mettendo la firma quando l'animale era ormai sotto tiro. Così ha negato ai cittadini che non la pensavano come lui la possibilità di esprimersi, a noi associazioni la possibilità di impugnare il provvedimento, alla magistratura la possibilità di vagliare questo atto a mio avviso folle ed eventualmente bloccarlo, come ha fatto finora. La Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, con le altre associazioni ambientaliste richiederà tutti gli atti per procedere nei confronti di Fugatti, affinché risponda del suo gesto, commesso in spregio di tutti noi, che non deve ripetersi mai più". Così l'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente dell'Intergruppo parlamentare per i Diritti degli Animali e la Tutela dell'Ambiente e presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente, commenta l'abbattimento-lampo dell'orso M90. Fonte com abstract


(CIS) – Perugia feb. - – Un importante passo verso l'intensificazione della cooperazione internazionale è stato compiuto a Palazzo Gallenga, sede dell'Università per Stranieri di Perugia. Il rettore, prof. Valerio De Cesaris - si legge in una nota - , ha ricevuto il prof. Krzysztof Gurba, eminente figura accademica della "University of National Education Commission", per la firma di un accordo bilaterale nell'ambito del programma Erasmus+. L'intesa si focalizza sulle macroaree degli studi sulla Comunicazione e sulle relazioni internazionali, campi nei quali entrambe le istituzioni vantano un ricco background e un impegno costante verso l'eccellenza e l'innovazione. Con la firma di questo accordo, l'Università per Stranieri di Perugia e la University of National Education Commission si impegnano a promuovere la mobilità internazionale e a rafforzare i legami tra Italia e Polonia nel campo dell'istruzione superiore. Questo accordo rappresenta un'opportunità unica per studenti e docenti di entrambe le università - spiega ancora la nota - di partecipare a scambi formativi e di ricerca, promuovendo così una maggiore comprensione interculturale e accademica. Il prof. Gurba, dal 2018 a capo dell'Institute of Journalism and International Relations presso la Pedagogical University di Cracovia, oggi rinominata University of National Education Commission, ha portato all'incontro non solo la sua visione accademica, ma anche i risultati conseguiti dal suo istituto.  segue


(CIS) – Assisi feb. – "Sono profondamente addolorato per la scomparsa del dott. Antonio Paolucci, uomo e professionista di grande spessore, soprattutto legato alla nostra comunità per il suo ruolo di Commissario straordinario per il restauro della Basilica di San Francesco in Assisi, realizzato in tempi record con le migliori tecnologie disponibili. I numerosi incarichi da lui svolti prima e dopo di questo servizio alla Basilica non hanno fatto che confermare le sue straordinarie competenze e capacità." Si apre cosi' la dichirazione del custode del sacro convento in Assisi fra Marco Moroni. "Nella fede amo immaginare - ha aggiunto - che proprio lui, che ha avuto un ruolo così centrale nella riapertura della Basilica che amo chiamare "la casa di Francesco" - e quindi la casa di tutti, perché Francesco è il fratello universale – viene accolto da san Francesco nelle dimore eterne, dove tutto il bene che abbiamo accolto, vissuto e compiuto trova compimento, rivestito della luce e dell'amore dello Spirito Santo di Dio. Esprimo inoltre, a nome della nostra comunità di frati, anche il cordoglio nei confronti dei familiari e assicuro la nostra preghiera presso le spoglie di questo illustre cittadino di Assisi, che nella sua semplicità e autenticità ci testimonia come il cielo sia già sulla terra, nelle relazioni di amicizia e fedeltà". Il custode del sacro convento ha ricordato il grande esperto come Paolucci quando era stato commissario straordinario per la ricostruzione della Basilica, a seguito del terremoto del 1997. Paolucci e' deceduto ieri a Firenze ieri, all'eta di 84 anni. "La scomparsa di Antonio Paolucci crea un grande vuoto nel mondo della cultura". Abstract fonte com -foto archivio - da sanfrancescopatronoditalia.it


(CIS) – Milano/Ancona feb. - Sostenibilità ambientale, è uno dei criteri richiesti alle località che possono fregiarsi del riconoscimento di Bandiera Arancione. Per i Comuni significa intraprendere azioni nell'ambito della gestione ambientale e dei rifiuti, adozioni di soluzioni volte al risparmio energetico e iniziative di educazione ambientale e presenza di eventuali elementi detrattori della qualità paesaggistica e ambientale. Lo si legge in una nota regionale. "Una tematica pienamente inserita all'interno delle linee guida su cui si muove l'assessorato regionale all'Ambiente" – ha detto l'assessore Stefano Aguzzi, intervenuto oggi alla Bit in uno spazio dedicato appunto ad ambiente e turismo sostenibile. L'occasione è stata quella per presentare i nuovi progetti delle Bandiere Arancioni: "Gusta il borgo" e "Passaporto Arancione" e dei progetti tematici dei Comuni di San Ginesio con la certificazione internazionale "Best Tourism Villages"; di Mercatello sul Metauro con il Bike tour dell'Alta Valle del Metauro e del Foglia; di Cingoli con la 9 Fossi; di Sarnano con "Sarnano più di quanto immagini". "Tornando alla Regione, dobbiamo evidenziare – ha continuato Aguzzi - l'importante lavoro che si sta portando avanti proprio per curare l'ambiente nei piccoli Comuni e nei borghi delle Marche che sono gioielli che contribuiscono a dare una forte connotazione alla nostra regione.  segue

 

(CIS) - Perugia/Milano feb. – Ieri Domenica 4 febbraio, presso la BIT-Your Travel Exhibition a Milano, nello Stand Umbria è stata presentata la nuova guida de I Borghi più belli d'Italia in Umbria. La nuova edizione della guida regionale, curata dal brand di promozione territoriale AboutUmbria - da anni attivo con eventi e pubblicazioni - riprende e amplia la precedente guida del 2020 ideata dall'allora presidente regionale Antonio Luna. Oltre ai nuovi borghi entrati a far parte dell'associazione, si annovera infatti- sottolinea una nota - l'assoluta novità della traduzione in cinese, che arricchisce e potenzia l'immagine turistica dell'Umbria, la regione con il più alto numero di borghi iscritti dell'intera Penisola. La guida, seppur in formato tascabile, presenta i borghi - con la loro storia, i punti di interesse turistico, gli appuntamenti annuali e le prelibatezze da assaggiare – con foto accattivanti e dovizia di particolari. La presentazione, nell'ambito di un contesto ad ampio respiro come quello del BIT, ha permesso ai Borghi più Belli d'Italia di inserirsi a pieno titolo nella promozione internazionale dell'Umbria che, stando alle ultime statistiche, risulta una delle mete più ambite in termini turistici. A intervenire sono stati, assieme alla presidentessa della Regione Umbria Donatella Tesei e all'assessore al turismo Paola Agabiti, il presidente nazionale Fiorello Primi, il presidente dell'associazione regionale Alessandro Dimiziani, il direttore marketing di AboutUmbria Ugo Mancusi e Alice Mazzanti, la giovane studentessa di lingue orientali che si è occupata di tradurre parte dei testi in cinese e che ha realizzato la sua tesi di laurea proprio sui borghi umbri.  segue


(CIS) – Bevagna/Milano feb. - Bevagna conquista la Bit di Milano. È stata una domenica da incorniciare, quella appena trascorsa, per il borgo umbro. Alla Borsa internazionale del turismo, Bevagna ha avuto la possibilità di farsi conoscere da sempre più visitatori provenienti dall'Italia e dal mondo. Quattro i momenti – spiega una nota - che hanno caratterizzato la presenza di Bevagna alla Bit. A partire dai progetti portati avanti con l'Unione dei Comuni "Terre dell'olio e del Sagrantino", presentati al padiglione dell'Umbria. In particolar modo si è parlato del percorso del Sol, che mette in rete un territorio di 8 comuni ricco di prodotti agricoli di qualità, di storia, di arte e con un paesaggio straordinario. La cittadina guidata dal sindaco Annarita Falsacappa ha poi partecipato all'evento dei Borghi più belli d'Italia per la presentazione della nuova pubblicazione sui borghi dell'Umbria, dove sono presenti pagine dedicate a Bevagna. E non poteva nemmeno mancare la presenza allo stand Medieval Italy, in cui Bevagna ha promosso il Mercato delle Gaite, ovvero l'iconica manifestazione cittadina che ha permesso, nel corso degli anni, di portare tra le vie e le piazze del borgo flussi turistici davvero straordinari.  segue


(CIS) – Spoleto/Perugia feb. - vedi anche FB cis24ore.it - Altro servizio visita a ospedale Spoleto.

Il totale complessivo degli investimenti per l'ospedale San Matteo degli Infermi assomma in questa fase ad euro 1.978.000 di cui 1.050.000 deriveranno da finanziamento regionale mentre la restante parte sarà a carico del bilancio dell'USL Umbria 2 (in gran parte da portare a termine tra la primavera e l'estate 2024) ai quali si aggiungono gli interventi per l'adeguamento antincendio e l'ampliamento del servizio dialisi fino a 18 posti. Il cronoprogramma, oltre alle dotazioni tecnologiche e agli interventi strutturali, prevede l'incremento del personale con concorsi già autorizzati da espletare entro il mese di febbraio e che riguarderanno la Direzione medica e la Pediatria, ed entro l'estate la Nefrologia e Dialisi, l'Anatomia Patologica, l'Anestesia e la Rianimazione. Altri concorsi, in via di autorizzazione, riguarderanno tra l'altro Ortopedia, diagnostica per immagini, Oculistica, Cardiologia, diagnostica di laboratorio, Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza. Un ulteriore elemento di spicco per il presidio ospedaliero di Spoleto potrà essere rappresentato dal trattamento chirurgico del comparto testa-collo per la gestione dei pazienti con patologie endocrine di natura chirurgica. Stesso percorso, sia di approvazione degli investimenti che di verifica del cronoprogramma degli interventi, avverrà per l'ospedale di Foligno, altra colonna del nascente Terzo Polo. fonte com abstract

--


(CIS) – Perugia feb. - La solenne processione con cui abbiamo aperto la nostra celebrazione ha espresso in maniera eloquente il senso della vita religiosa: è un seguire - con le lampade accese della fede e della carità - il Cristo, Crocifisso e Risorto, l'unico "sommo sacerdote misericordioso e degno di fede", come ci ha ricordato la Lettera agli Ebrei...». Così l'arcivescovo Ivan Maffeis all'omelia (scaricabile al link: Omelia-arcivescovo-Maffeis-celebrazione-Giornata-della[1]Vita-Consacrata-2024-in-cattedrale.pdf (diocesi.perugia.it ) della celebrazione eucaristica della Giornata della Vita Consacrata nella cattedrale di San Lorenzo di Perugia, la sera del 2 febbraio. Una celebrazione sentita e partecipata che ha visto una significativa rappresentanza di comunità e congregazioni religiose, di vita consacrata e giovani in discernimento vocazionale attorno al loro Pastore Ivan, che ha avuto parole di incoraggiamento e di gratitudine per la missione da loro svolta al servizio della Chiesa e delle comunità locali. La preghiera con l'accensione e la benedizione delle candele davanti alla venerata icona della Madonna delle Grazie ha introdotto la celebrazione animata dal Coro diocesano "Voci di Giubilo" diretto da don Alessandro Scarda. Concelebranti sono stati il vicario generale don Simone Sorbaioli, il vicario episcopale per la Vita Consacrata don Vittorio Gepponi, l'arciprete della cattedrale don Fausto Sciurpa e diversi religiosi. Mons. Maffeis, prendendo lo spunto dalle parole del vecchio Simeone ha esortato i religiosi e le religiose a non arrendersi «davanti a una stagione vocazionale che ci costringe a rivedere radicalmente la presenza diffusa di ieri. segue

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 10 di 1251

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information