City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani

(CIS) – Perugia nov.- Una targa ed un ritratto in ricordo di Paolo Pannacci, psichiatra dell'Usl Umbria 1 recentemente scomparso, sono stati inaugurati questa mattina presso la sala riunioni dell'hospice di Perugia "La casa nel parco", il centro residenziale dedicato alle cure palliative. Erano presenti all'iniziativa il nuovo direttore amministrativo dell'Usl Umbria 1, Enrico Martelli, la responsabile dell'hospice, Susanna Perazzini, la famiglia del dottor Pannacci, la moglie Giovanna Palermo ed il figlio Antonio, il direttore del Distretto del Perugino, Alfredo Notargiacomo, ed il personale della struttura. Il dottor Martelli – si legge in una nota - dopo aver portato i saluti della direzione, ha dichiarato: "Ognuno di noi lascia una traccia che gli altri si porteranno dietro. Io non ho avuto modo di conoscere il dottor Pannacci ma parlando con i presenti ho percepito che dentro di lui c'era una solidarietà che andava oltre il lavoro e la semplice collaborazione tra colleghi. Grazie a voi e a lui per aver lasciato tanta di questa eredità". Il ritratto del dottor Pannacci è stato realizzato dal figlio Antonio che ha elaborato una vecchia fotografia. "Ho scelto questa foto – ha raccontato Antonio – perché credo che sia quella più identificativa di mio padre". Sotto il ritratto una scritta che è anche l'emblema della sua personalità e della sua portata umana: "In ricordo di colui che, con il suo esempio, ci ha insegnato a non giudicare gli altri...". Fonte com abstract

--

Pubblicato in Salute

(CIS) – Gubbio nov. - – Autorevoli relatori ed esperti nazionali nel settore della gestione, pianificazione e risposta efficace alle maxi emergenze di natura sanitaria provocate da agenti (chimici, biologici, radiologici e nucleari-esplosivi) hanno preso parte al sesto Congresso nazionale sulla Biosicurezza, che si è tenuto sabato presso l'ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino, promosso dal Centro unico di Formazione della Regione Umbria, dall'Usl Umbria 1 e da Simedet (Società di medicina diagnostica e terapeutica). I lavori sono stati aperti da Teresa Tedesco, direttore sanitario facente funzione dell'Usl Umbria 1, e da Manuel Monti, direttore del Pronto Soccorso dell'ospedale di Branca ed ideatore dell'iniziativa formativa di educazione continua in medicina per tutte le professioni sanitarie. L'obiettivo del corso, secondo Monti (che è anche vicepresidente di Simedet), è quello di "aggiornare e ridefinire il Piano pandemico nazionale con gli strumenti di pianificazione strategica della Biosicurezza e Biocontenimento in ambito sanitario, utilizzando ciò che abbiamo imparato in questi anni. Solo così potremo essere pronti ad una prossima epidemia che potrebbe comparire nei prossimi anni".Gli argomenti trattati hanno risentito inevitabilmente della fase pandemica da Sars Cov 2 che il paese sta vivendo e gestendo in una cornice di azioni coordinate in ambito europeo. La preparedness (preparazione, ndr) nelle emergenze di sanità pubblica comprende tutte le attività volte a minimizzare i rischi posti dalle malattie infettive e a mitigare il loro impatto durante una emergenza di sanità pubblica, a prescindere dalla entità dell'evento (locale, regionale, nazionale, internazionale).  segue

Pubblicato in Salute


(CIS) – Citta' di Castello pg. – nov. - Nei giorni scorsi il direttore generale dell'Usl Umbria 1 Massimo Braganti ha fatto visita al reparto di ostetricia e ginecologia tifernate, diretto da Donatello Torrioli, per conoscere quello che è uno dei fiori all'occhiello dell'ospedale di Città di Castello. Da anni la struttura si distingue per l'attenzione alla salute femminile e per la qualità dei servizi e dell'assistenza pre e post natale, che le hanno fatto aggiudicare i 3 bollini rosa della fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere) anche per il biennio 2022-2023. "Le nostre ostetriche – ha spiegato il dottor Torrioli come riporta una nota – si prendono cura del benessere della donna e del bambino, con lo scopo di far vivere l'esperienza della gravidanza, del parto e del puerperio in piena dolcezza, competenza e sicurezza, con un minor ricorso alla medicalizzazione e senza tralasciare la sfera emotiva e relazionale di chi attende un dono così bello. Ad oggi, ogni donna ha la fortuna di poter stringere la mano alla persona che ha deciso di avere accanto nella vita anche in sala parto e, nei giorni successivi alla nascita, di stare in stanze riservate e che dispongono di tutte le comodità (fasciatoio, next-to-me, bagno privato). Al termine della gravidanza il nostro modello assistenziale si fonda sulla presa in carico della gestante da parte dell'ostetrica in una logica di integrazione tra punto nascita e servizi territoriali, per il supporto alla naturalità della gravidanza, del parto e dell'allattamento. Inoltre, in occasione della festività Natalizie siamo soliti fare un piccolo dono ai bimbi nati nel nostro reparto dall'8 dicembre in poi: quest'anno stiamo confezionando a mano calde babucce rosse e bianche - continua la nota - che consegneremo alle mamme dopo il parto".  segue

Pubblicato in Salute


(CIS) – Perugia nov. - La proficua collaborazione tra la Regione Umbria e le associazioni delle farmacie pubbliche e private convenzionate del territorio regionale, continua: grazie all'accordo sottoscritto il 28 ottobre (delibera nr. 1125) anche i farmacisti abilitati tramite adeguata formazione teorica e pratica, potranno somministrare i vaccini antinfluenzali e, contestualmente, proseguire con le vaccinazioni anti-Covid-19 e i test antigenici rapidi."La rete delle farmacie umbre rappresenta un ulteriore riferimento del sistema sanitario sul territorio – ha affermato l'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto - grazie al quale viene garantita la prossimità e la tempestività di risposta ai cittadini, soprattutto in merito alle varie campagne vaccinali. A partire dal 10 novembre, infatti, i cittadini potranno ricevere gratuitamente la vaccinazione antinfluenzale anche nelle farmacie aderenti"."Proseguire sulla strada tracciata dalla Farmacia dei Servizi è determinante, perché si possono offrire ulteriori prestazioni per la tutela della salute. Esprimiamo soddisfazione e ringraziamo l'assessore alla Salute Luca Coletto e il direttore Massimo D'Angelo per aver nuovamente evidenziato come le farmacie siano dei presidi sanitari strategici per la popolazione", sottolineano il presidente di Federfarma Umbria, Augusto Luciani, e la presidente di Federfarma Perugia, Silvia Pagliacci.  segue

Pubblicato in Salute


(CIS) – Perugia nov.- - Da oggi 3 al 5 novembre, Villa Umbra sarà la sede del primo corso di formazione in fisioterapia respiratoria pediatrica, organizzato in collaborazione con l'Azienda Ospedaliera "Santa Maria della Misericordia" di Perugia. Un corso innovativo per la Regione Umbria, perché sino ad oggi i professionisti della riabilitazione respiratoria pediatrica erano costretti a formarsi e specializzarsi in strutture ospedaliere extraregionali. Un percorso formativo intensivo, con un forte orientamento pratico, che consentirà a fisioterapisti e infermieri specializzati di agire direttamente a domicilio e trasferire competenze di primo intervento alle famiglie e i caregiver dei piccoli pazienti. La fisioterapia respiratoria pediatrica è una terapia essenziale e funzionale- sottolinea una nota - alla gestione di molte patologie cardio-respiratorie del neonato e del bambino. Mira facilitare o ristabilire la funzione respiratoria compromessa in situazioni critiche, per esempio in terapia intensiva, e riabilitarla nella fase postcritica o postoperatoria e poi facilitarla nel bambino con patologia respiratoria cronica. Gli interventi prevedono tecniche di disostruzione e pulizia delle vie aeree, sia manuali che assistite meccanicamente, terapie inalatorie, il supporto respiratorio meccanico invasivo e non invasivo, la tosse assistita nella gestione dei bambini con patologie neuromuscolari o lesioni neurologiche.  segue

Pubblicato in Salute


(CIS) – Perugia ott. - – La direzione dell'Usl Umbria 1, in merito alle notizie diffuse oggi dalla stampa sulla riorganizzazione del servizio notturno di 118 a Città della Pieve, precisa che nella Regione Umbria ci sono 34 postazioni con 42 ambulanze di cui 10 con il medico a bordo e 6 automediche. Queste sono così distribuite: Perugia 12h diurna, Terni 24h, Media Valle Tevere 24h, Assisi 12h diurna, Trasimeno 24h, Narni-Amelia 24h. Nelle sedi non coperte dal servizio di automedica (mezzo di soccorso avanzato - MSA) o nelle fasce orarie in cui non è attivo, il medico è a bordo dell'ambulanza. Lo si legge in una nota dell'Usl 1. Tale situazione non è ottimale dal punto di vista dell'appropriatezza in quanto il medico a bordo dell'ambulanza non può essere disponibile per eventuali altre missioni fino al completamento dell'evento – sottolinea la nota - anche se la sua presenza non risulta necessaria per il codice di gravità dell'evento stesso. Ne consegue pertanto che l'assetto organizzativo che prevede uso di MSA debba essere esteso il più possibile all'intero territorio regionale. Il mezzo di soccorso avanzato è utilizzato per trasportare sul luogo dell'evento di un'équipe sanitaria con competenze avanzate e relativi presidi medici. Ha lo scopo di fornire supporto avanzato ai mezzi di soccorso di base o ambulanze infermieristiche in caso di situazioni gravi o particolarmente complesse o intervenire per trattare direttamente un paziente che non necessiti di ricovero ospedaliero. La presenza all'interno del MSA di diagnostica avanzata permette una valutazione più efficace del paziente e un inquadramento clinico immediato. segue

Pubblicato in Salute


(CIS) – Perugia ott. - - Ha preso avvio oggi, venerdì 21 ottobre, a Villa Umbra, il corso annuale di formazione manageriale per dirigenti di struttura complessa della sanità bandito dalla Regione Umbria e organizzato dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica. Il corso annuale si concluderà il prossimo 23 marzo 2023. A introdurre il percorso formativo, strutturato dal professor Valerio Vergadoro, responsabile del corso, insieme al Comitato di direzione scientifica, è stato l'amministratore unico della Scuola, Marco Magarini Montenero, al quale ha fatto seguito il saluto del direttore della Direzione Salute e Welfare della Regione Umbria, Massimo D'Angelo, che ha inquadrato l'orizzonte formativo e operativo ai venti partecipanti, provenienti in maggioranza dall'Umbria. Lo si legge in una nota della regione. "Il management sanitario – ha spiegato Magarini – accanto alle necessarie ed elevate capacità tecniche, richiede una competenza strategica che coinvolge lo stile di leadership, la cultura aziendale e abbraccia l'innovazione dei processi organizzativi orientati definitivamente verso il digitale". "La pandemia – ha aggiunto Magarini - ha esasperato criticità già esistenti, ma offre anche l'occasione per il ripensamento del sistema sanitario. La complessità di questo cambiamento richiederà grandi capacità manageriali per progettarlo, gestire l'innovazione e comunicarla in maniera efficace ai propri collaboratori". "È compito della Scuola con questo corso – conclude - offrire spunti di riflessione, approfondimenti e strumenti di management utili a sviluppare conoscenze, competenze e attitudini per affrontare questa sfida". Fonte com abstract

Pubblicato in Salute


(CIS) – Perugia ott. - - La ricaduta in termini di risultato dell'attuazione del Piano Regionale delle liste di attesa, la governance della spesa farmaceutica e più ad ampio raggio la governance del sistema sanitario a partire da alcuni aspetti specifici, come il personale e gli investimenti: queste e non solo i punti salienti della conferenza stampa che si è tenuta stamani a Perugia, nella sede della giunta regionale di Palazzo Donini, con al centro la sanità in Umbria. Dati alla mano la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, l'assessore alla sanità Coletto, il direttore regionale Massimo D'Angelo, con l'amministratore unico di Punto Zero, Giancarlo Bizzarri e il coordinatore della cabina di regia governance farmaceutica, Fausto Bartolini, hanno fatto il punto sull'andamento del sistema sanitario a partire dal piano per l'abbattimento delle liste di attesa che prevede che il governo delle liste sia incentrato su tre cardini: governo della domanda, dell'offerta, monitoraggio e controllo dei processi. La presidente Tesei in apertura dell'incontro introducendo i vari argomenti ha evidenziato anche la complessità di un lavoro portato avanti in piena emergenza sanitaria: "Con il covid che ha fatto aumentare il numero dei ricoveri – ha detto – non è stata cosa facile, soprattutto in Umbria con una popolazione anziana che non sempre è possibile curare a casa". segue

Pubblicato in Salute


(CIS) – Ancona, ott. - E' stata anticipata a venerdì 21 ottobre, a partire dalle ore 10, la possibilità di prenotare la "quinta dose" del vaccino bivalente sul portale di Poste Italiane, secondo le consuete modalità. A comunicarlo è l'assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini. L'ulteriore dose di richiamo con vaccino a mRNA bivalente potrà essere somministrata a persone con più di 80 anni di età, agli ospiti delle strutture residenziali per anziani e alle persone di età maggiore di 60 anni con fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti che hanno già ricevuto una seconda dose di richiamo con vaccino a mRNA monovalente. Su richiesta dei singoli interessati, anche tutti gli altri soggetti ultrasessantenni che hanno già ricevuto un secondo richiamo con vaccino a mRNA monovalente, potranno comunque vaccinarsi con un'ulteriore dose di vaccino a mRNA bivalente, una volta trascorsi almeno 120 giorni dal secondo richiamo o dall'ultima infezione da SARS-CoV-2. Si evidenzia inoltre che, per tutti i vaccini anti-SARS-CoV-2/COVID-19 autorizzati in Italia, è possibile la somministrazione concomitante con altri vaccini, compresi i vaccini basati sull'impiego di patogeni vivi attenuati, con l'eccezione del vaccino contro il vaiolo delle scimmie (MVA-BN), per il quale resta ancora valida l'indicazione di una distanza di almeno 4 settimane tra un vaccino e l'altro. Nelle Marche si stanno già somministrando nei centri vaccinali, insieme ai vaccini anti SARS CoV – 2 aggiornati bivalenti, anche le dosi di vaccino antinfluenzale. Fonte om abstract

Pubblicato in Salute


(CIS) - Perugia ott.- - Una rinnovata programmazione sanitaria regionale, da tradurre a breve in atti e procedimenti, è stata al centro della riunione che si è tenuta ieri sera (17 ottobre) e ha visto la partecipazione della Presidente della Regione, Donatella Tesei, l'Assessore alla sanità Luca Coletto e il Direttore regionale Massimo D'Angelo. Particolare attenzione è stata posta al percorso che porterà alla realizzazione dei due nuovi ospedali pubblici di Terni e Narni-Amelia. Lo si legge in una nota regionale. Infatti, al termine di un iter promosso dalla Regione, è stato firmato il Dpcm che prevede il finanziamento da parte dell'Inail di 84 milioni per l'ospedale di Narni-Amelia e di 100 milioni per l'ospedale di Terni. Tali finanziamenti rappresentano uno straordinario risultato che permetteranno alla Regione di utilizzare gli 84 milioni (ex art 20), inizialmente previsti per la realizzazione della nuova struttura sanitaria di Narni-Amelia, per contribuire al project financing dell'ospedale di Terni, consentendo la sostenibilità economica dell'operazione. Come detto, ora seguiranno gli atti procedurali che porteranno alla realizzazione delle due importanti strutture nello scacchiere della sanità pubblica regionale. Tra i prossimi atti - conclude la nota - si provvederà a rivedere la programmazione regionale rimettendo al Creva (Comitato Regionale di Valutazione) la valutazione dei convenzionamenti in una esclusiva e virtuosa ottica di migliore funzionalità alle necessità integrative della sanità pubblica regionale nonché di un equilibrio tra i territori, nel rispetto di norme e procedure amministrative. fonte com

Pubblicato in Salute
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 70

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information