City Information Service | Direttore responsabile Piero Pianigiani


(CI)S _ Perugia ago. - L'Umbria continuerà ad essere collegata alla Direttissima AV di Firenze per raggiungere Milano in poco più di tre ore, Torino in un'ora in più, con ritorno serale, non solo con il Freccia Rossa che esce alla stazione di Orte e serve una parte importante del centro sud regionale ma, anche con il Frecciarossa di Perugia, così come peraltro era previsto nel Contratto di Servizio che la Giunta regionale aveva stipulato con Trenitalia, subordinandolo oggi al rispetto delle previsioni economico-finanziarie per evitare sbilanci di esercizio e conseguenti rilevanti aggravi di costi a carico dell'Amministrazione regionale come già avvenuto negli anni passati. La Giunta regionale – ha reso noto l'assessore - ha anche disposto il subentro dell'Agenzia Unica Regionale, a partire dal 1 settembre 2022, nella titolarità, gestione, controllo, verifica e monitoraggio di tale contratto. La spesa necessaria per il prolungamento del servizio, fino al 31 dicembre, ammonta a 550.000 euro che sono stati trasferiti dalla Regione all'Agenzia. Previsioni di spesa quindi rispettate, e, ad oggi, non si riscontra il rischio di fattori negativi rispetto alla stima effettuata che possano condurre ad un ulteriore peggioramento del saldo a carico della Regione.  segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia ago. - Profonda preoccupazione è stata espressa dall'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Umbria rispetto alle notizie circa l'interruzione delle forniture di energia elettrica dello stabilimento Trafomec a partire dal 16 agosto. Nello stabilimento lavorano circa 70 dipendenti, che continuano a subire una situazione di totale incertezza, malgrado l'azienda tuttora abbia commesse significative da parte di importanti gruppi industriali. Nel corso dell'incontro dello scorso 5 luglio tra Regione Umbria e Organizzazioni Sindacali, viene ricordato, i rappresentanti dei lavoratori hanno illustrato una situazione non più sostenibile a causa delle difficoltà di relazione con la proprietà che, tra l'altro, rendono molto complessa anche l'attivazione degli ammortizzatori sociali. A seguito dell'incontro – ha continuato l'Assessore come si legge in una nota - la Regione Umbria ha immediatamente attivato il Ministero dello Sviluppo Economico, con richiesta di interessare tutte le competenti autorità, nazionali e diplomatiche, al fine di richiamare alle proprie responsabilità la proprietà cinese di Trafomec. Continuiamo a seguire la situazione con particolare attenzione – ha concluso l'Assessore Fioroni - confermando la disponibilità a mettere ed attivare la strumentazione regionale disponibile con l'obiettivo di assicurare la salvaguardia dei posti di lavoro e la continuità delle produzioni, invitando al tempo stesso la proprietà ad assumersi rapidamente le proprie responsabilità. Fonte com abstract

Pubblicato in Economia


(CIS) – Ancona, ago. - Un provvedimento molto atteso dagli allevatori marchigiani, come ha spiegato il vicepresidente e assessore all'Agricoltura Mirco Carloni portando ieri all'approvazione della giunta regionale, una deliberazione sugli investimenti per accrescere la biosicurezza degli allevamenti di suini per la prevenzione del virus della Peste Suina Africana. Con una dotazione di 5 milioni di euro il bando, che uscirà a breve, destinerà agli allevatori contributi finalizzati, dunque, ad interventi progettuali di prevenzione a livello territoriale del rischio di diffusione della Peste Suina Africana specialmente a causa del contagio da contatto con altri animali negli allevamenti di maiali e suidi . Agli allevatori di suini un contributo su progetti di minimo 5000 euro di investimento fino a un massimo di 50 mila per progetti di recinzioni, zone filtro, idropulitrici, etc. Le tipologie di intervento previste – e' detto in una nota regionale - riguardano ammodernamenti o nuove realizzazioni di recinzioni con reti metalliche o elettrificate; zona filtro, cioè un'area/locale con accesso e transito obbligatorio per il personale addetto al governo degli animali e per i visitatori. Cartello ammonitore .  segue

Pubblicato in Economia


Al Cluster umbro aderiscono 31 imprese con oltre 3.000 addetti e un fatturato aggregato di circa 450 milioni di euro. Al Farnborough International Airshow erano presenti 11 aziende: Co.Me.Ar., Fomap, Fucine Umbre, N.C.M., O.M.A., Rampini Carlo, RF Microtech, Temis, Test Industry - Bimal, Umbragroup, Umbria Aerospace Systems. L'Assessore allo sviluppo economico della Regione Umbria ha sottolineato che FIA rappresenta una grande occasione per l'Umbria, in un settore sempre più strategico. Accanto all'Umbria Aerospace Cluster, attore con cui la regione sta costruendo un solido rapporto di collaborazione e co-progettazione, é stato raccontato, a livello internazionale l'Umbria delle eccellenze nei settori di aeronautica, spazio e difesa. Un settore in cui le aziende umbre si sono ritagliate un ruolo a livello internazionale, nonostante la loro dimensione di piccole e medie imprese, accanto e al servizio di quei "colossi" leader del mercato. Con il FIA 2022 si é aggiunto un momento importante in un percorso quotidiano che la Regione sta facendo con il Cluster per definire politiche ancora più mirate a rendere l'Umbria sempre più competitiva, in un periodo di sfide e cambiamenti. segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Parigi ago. - - Undici imprese e circa 300 incontri business to business realizzati: è molto positivo il bilancio della partecipazione di Umbria Aerospace Cluster all'evento internazionale dedicato all'industria aerospaziale e della difesa che si è svolto a Farnborough, nei pressi di Londra, dal 18 al 21 luglio. Il Cluster, sostenuto dalla Regione Umbria, era presente a Farnborough con uno stand collettivo curato insieme a Sviluppumbria. In occasione del Farnborough International Airshow, le imprese del Cluster umbro hanno, infatti, avuto l'opportunità - e' detto in una nota - di presentarsi e incontrare le aziende leader del settore a livello internazionale: tra queste Boeing, Airbus, Leonardo, Safran, General Electric, Thales Alenia Aerospace, Collins Aerospace, Avio Aero, Lockheed Martin ed altri ancora. Agli appuntamenti "b2b" si aggiunge il consolidamento di una rete di contatti avviata con le istituzioni, con visite allo stand del Cluster da parte dell'Ambasciatore italiano a Londra Raffaele Trombetta, del Direttore ICE Giovanni Sacchi, del Segretario Generale della Difesa Luciano Portolano. Sono stati, inoltre, rafforzati i contatti con gli altri Distretti aerospaziali italiani presenti in fiera, dalla Campania alla Lombardia e, in particolare, al Piemonte dove è in corso di pianificazione una nuova cittadella dell'aerospazio. segue

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia ago.- - Oggi, durante la riunione convocata dall'Assessore allo Sviluppo Economico, per aggiornare le sigle sindacali sulla situazione del polo chimico di Terni, è stato comunicato che il liquidatore della società Treofan Italia, Filippo Varazzi, ha informato circa il raggiungimento di un accordo sulla cessione degli asset di Treofan al gruppo HGM, che prevede di avviare le attività industriali nel corso del 2023, con una prospettiva occupazionale a regime di circa 100 addetti. Lo si legge in una nota della regione. Presenti alla riunione, oltre all'Assessore allo Sviluppo Economico e al Sindaco di Terni, Fabrizio Framarini e Simone Sassone di Femca Cisl, Doriana Gramaccioni di UILTEC Umbria, Stefano Ribelli e Alessandro Roscini di FILCTEM-CGIL, Diego Mattioli di UGL Chimici e Riccardo Morelli e Simone Cascioli, rispettivamente Presidente di Confindustria Terni e Direttore generale di Confindustria Umbria. Oltre all'importante aggiornamento sulla vicenda Treofan, l'assessore ha inoltre dettagliato le varie attività in corso relativamente all'efficientamento e al rilancio delle infrastrutture del polo chimico di Terni, con un orientamento alla specializzazione del sito su chimica verde e bioeconomia circolare. In particolare, è stata data evidenza del percorso intrapreso con la Presidenza del Consiglio dei Ministri per strutturare un partenariato pubblico-privato, che permetta all'amministrazione regionale di partecipare alla gestione delle infrastrutture del sito, facilitando anche la sua diretta partecipazione agli interventi di efficientamento dello stesso. segue

Pubblicato in Economia


(CIS) Perugia ago. - – E' stato approvato oggi dalla Giunta Regionale il rifinanziamento di 10 milioni di euro per gli incentivi alle assunzioni previsti nell'ambito dell'avviso Re-work. L'Assessore allo Sviluppo Economico e l'Assessore alla Programmazione Europea e Bilancio, si dichiarano molto soddisfatti per i risultati raggiunti dal Programma gestito dall'Agenzia regionale per le Politiche attive del lavoro, programma che ha di fatto anticipato il GOL a livello Nazionale, prevedendo in più anche gli incentivi all'assunzione. Si tratta – spiega una nota - di una sperimentazione innovativa per la nostra Regione, un modello di politica attiva che pone "le persone al centro" con una serie di azioni e interventi mirati e personalizzati per l'accompagnamento e l'inserimento al lavoro. Complessivamente sono stati erogati oltre 5 mila Buoni Umbria Lavoro (BUL), oltre 1500 i tirocini avviati e 1561 le richieste di incentivo dalle imprese per assunzioni effettuate che, grazie al rifinanziamento, saranno tutte evase. Risultati importanti che incidono sulla crescita occupazionale del territorio, lo sviluppo, la produttività e la competitività delle imprese umbre. L'Assessore allo Sviluppo Economico, inoltre, sottolinea quanto sia importante l'azione sinergica e la collaborazione tra pubblico e privato, così come indirizzare la formazione alla domanda delle imprese. L'Umbria si conferma come laboratorio di sperimentazioni che vedono la nostra Regione sempre più protagonista in Italia e in Europa. fonte com 

Pubblicato in Economia


(CIS) - Perugia ago. - – La Giunta regionale dell'Umbria ha autorizzato il programma di vendita di alloggi di edilizia residenziale sociale proposto dall'Ater che prevede l'alienazione di 732 alloggi, di cui 513 in provincia di Perugia e 219 in provincia di Terni. "Un programma importante – sottolinea l'assessore regionale alle politiche della casa, – per i numeri e per le molteplici ricadute positive, che riguarderanno sia gli assegnatari delle abitazioni poste in vendita sia i nuclei familiari che vivono in situazioni di disagio abitativo e attendono l'assegnazione di una casa popolare. I proventi, si stima oltre 28,5 milioni di euro se fossero venduti tutti gli alloggi del piano, verranno reimpiegati per aumentare il patrimonio immobiliare di Ater così da mettere a disposizione un maggior numero di alloggi, confortevoli, funzionali e qualificati dal punto di vista energetico". La proposta presentata dall'Ater, in base alla normativa regionale, che aggiorna ed adegua il piano scaduto nel 2018 rimasto inattuato anche a causa dell'acuirsi delle difficoltà economiche legate all'emergenza sanitaria, interessa alloggi non più funzionali alla locazione a causa della loro ubicazione o per mancanza di domanda o per particolare onerosità dei costi di gestione o di manutenzione o di riadattamento. La gran parte di questi è stata costruita tra il 1950 e i primi anni '80 del secolo scorso: una condizione che, come previsto dalla legge regionale in materia, ne rende possibile la vendita, a condizioni favorevoli. fonte com abstrac ALTRA NOTIZIA

Pubblicato in Economia


(CIS) – Perugia lug.- - È online, ed operativo il portale internet nextappenino.gov.it attraverso il quale i cittadini, le imprese e le amministrazioni pubbliche potranno informarsi ed accedere alle risorse e alle agevolazioni del Fondo complementare al Pnrr per le aree danneggiate dai terremoti del 2009 e del 2016 in Centro Italia. NextAppennino, che ha una dotazione di 1 miliardo e 780 milioni di euro, aggiuntiva a quella del Pnrr nazionale, è uno specifico programma di sostegno allo sviluppo dei territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dal sisma, con fondi per le infrastrutture e incentivi agli investimenti delle imprese, avviato dal governo nel 2021. E' stato concepito – e' detto in una nota regionale - per accompagnare la ricostruzione fisica e materiale dei comuni e dei territori dell'Appennino del Centro Italia, che da sola non è sufficiente a restituire prospettive di sviluppo adeguate alle grandi potenzialità di questi territori, e viene attuato dalla Cabina di Coordinamento guidata dal Commissario Sisma 2016, Giovanni Legnini, cui partecipano il Capo della Struttura di Missione Sisma2009, Carlo Presenti, il Capo Dipartimento Casa Italia, Elisa Grande, i Presidenti delle quattro Regioni ed i rappresentanti dei Sindaci, che nei mesi scorsi ha già approvato il programma unitario degli interventi e tutte le Ordinanze attuative.  segue

Pubblicato in Economia

(CIS)_ Perugia lug.- Nascera' un archivio digitale delle pratiche edilizie, come passo concreto verso l'attuazione del Codice dell'amministrazione digitale e di un modello di amministrazione pubblica in grado di interagire in rete con le altre amministrazioni, i cittadini e le imprese. È uno dei risultati che il Comune di Perugia, nell'ambito dell'obiettivo strategico della digitalizzazione di procedure e atti previsto nel Documento unico di programmazione 2022-2024, ora persegue partecipando a un avviso pubblico regionale volto a finanziare progetti per realizzare il servizio digitale per l'accesso agli atti delle pratiche edilizie e la digitalizzazione delle pratiche ancora in formato cartaceo. L'importo massimo riconoscibile al progetto del Comune di Perugia è pari a 300mila euro. Tale progetto, redatto da un apposito gruppo di lavoro interno all'ente, ha preso in esame tutte le pratiche edilizie la cui consistenza è pari a 15.089 faldoni che occupano circa 2.700 metri lineari di scaffali. Le operazioni, nel dettaglio – riporta una nota su Perugia Comunica del Comune, consisteranno nella presa in carico delle pratiche presso gli archivi del Comune di Perugia, nell'ordinamento dei fascicoli, fino a ricostituire il fascicolo di fabbricato, nella scansione e meta-datazione, nell'indicizzazione per permettere il collegamento dei file ottenuti alla banca dati edilizia. Tra le altre attività, è prevista la conservazione dei file, la fornitura di un applicativo per l'accesso internet diretto alla documentazione da parte dei proprietari autenticati attraverso Spid e dei professionisti delegati. I pagamenti saranno effettuati con la piattaforma Pago PA. Infine, è prevista la restituzione delle pratiche cartacee." segue

Pubblicato in Economia
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 553

camera
Social Forum

Facebook_suiciditwitter_iconyoutube6349214

Questo sito utilizza i cookies per migliore la tua esperienza di navigazione. I Cookies utilizzati sono limitati alle operazioni essenziali del sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information